I contribuenti in temporanea situazione di obiettiva difficoltà economica possono presentare l'istanza di dilazione - utilizzando i moduli predisposti ed allegando la documentazione in essi richiamata - “brevi manu” presso uno degli Sportelli di Riscossione Sicilia S.p.A., competenti per provincia, o tramite raccomandata A/R alla Sede provinciale competente, oppure esclusivamente da un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.), all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., dove il valore “xx” corrisponde alla sigla della relativa provincia, ovvero tramite FAX (clicca qui per visionare l'elenco).

 

Istanza di rateazione ordinaria per importi fino a € 60.000,00

Istanza di rateazione ordinaria per persone fisiche, ditte individuali con regimi fiscali semplificati per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di rateazione ordinaria per società di capitali, società cooperative, mutue assicuratrici, consorzi con attività esterna per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di rateazione ordinaria per fondazioni liriche per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di rateazione per società di persone/ditte individuali in contabilità ordinaria, società di persone in contabilità semplificata, associazioni riconosciute, associazioni non riconosciute, fondazioni non bancarie, comitati, enti ecclesiastici, consorzi per il coordinamento della produzione e degli scambi per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di estensione della rateazione ordinaria


Istanza di estensione della rateazione ordinaria per fondazioni liriche

È possibile presentare un'istanza di rateazione successiva ad una precedente istanza già accolta dall'Agente di Riscossione.
Al fine di beneficiare di questa possibilità è necessario:

  • il permanere dello status di "temporanea situazione di obiettiva difficoltà economica";
  • la regolarità dei pagamenti relativi alla precedente rateazione.

L'istanza deve essere presentata utilizzando i moduli sotto riportati ed allegando la documentazione in essi richiamata.

Istanza di rateazione successiva ordinaria per importi fino a € 60.000,00


Istanza di rateazione successiva ordinaria per persone fisiche e ditte individuali con regime fiscale semplificato per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di rateazione successiva ordinaria per società di capitali, società cooperative, mutue assicuratrici, consorzi con attività esterna per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di rateazione successiva ordinaria per fondazioni liriche per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di rateazione successiva ordinaria per società di persone/ditte individuali in contabilità ordinaria, società di persone in contabilità semplificata, associazioni riconosciute, associazioni non riconosciute, fondazioni non bancarie, comitati, enti ecclesiastici, consorzi per il coordinamento della produzione e degli scambi per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario

Le dilazioni concesse fino al 28 dicembre 2011 che presentano le condizioni di decadenza, possono essere prorogate per un ulteriore periodo a condizione che il debitore comprovi "un temporaneo peggioramento" della situazione di difficoltà posta a base della concessione della prima dilazione.
Le dilazioni concesse dopo il 28 dicembre 2011 possono essere prorogate solo se non sono decadute.
L'istanza di rateazione "in proroga" deve essere presentata utilizzando i moduli sotto riportati, allegando la documentazione in essi richiamata.

Istanza di rateazione "in proroga" ordinaria per importi fino a € 60.000,00


Istanza di rateazione "in proroga" ordinaria per persone fisiche, ditte individuali in contabilità semplificata per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di rateazione "in proroga" ordinaria per società di capitali, società cooperative, mutue assicuratrici, consorzi con attività esterna per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario


Istanza di rateazione "in proroga" ordinaria per fondazioni liriche per importi superiori a € 60.000,00


Istanza di rateazione "in proroga" ordinaria per società di persone/ditte individuali in contabilità ordinaria, società di persone in contabilità semplificata, associazioni riconosciute, associazioni non riconosciute, fondazioni non bancarie, comitati, enti ecclesiastici, consorzi per il coordinamento della produzione e degli scambi per importi superiori a € 60.000,00 e piano di rateazione straordinario

I contribuenti decaduti dal beneficio della rateazione entro e non oltre il 22 aprile 2013, potevano richiedere la concessione di un nuovo piano di rateazione, fino ad un massimo di 72 rate mensili, a condizione che la richiesta fosse presentata entro e non oltre il 31 luglio 2014. Il piano di rateazione concesso non era prorogabile e il debitore decadeva dallo stesso in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive.

Piano di rateazione in caso di decadenza intervenuta entro il 22 APRILE 2013

I contribuenti decaduti dal beneficio della rateazione entro e non oltre il 31 dicembre 2014, avevano l'opportunità di richiedere la concessione di un nuovo piano di rateazione, fino ad un massimo di 72 rate mensili, a condizione che la richiesta fosse presentata entro e non oltre il 31 luglio 2015. Il piano di rateazione concesso non era prorogabile e il debitore decadeva dallo stesso in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive.

Piano di rateazione in caso di decadenza intervenuta entro il 31 DICEMBRE 2014

Intervenuta decadenza nei 24 mesi precedenti al 22 ottobre 2015: possibilità di chiedere una nuova rateazione

 Piano di rateazione in caso di decadenza intervenuta tra il 22 OTTOBRE 2013 e il 21 OTTOBRE 2015

 

Intervenuta decadenza entro il 30.06.2016: possibilità di essere riammessi alla rateazione

Secondo le attuali disposizioni normative i contribuenti decaduti dal beneficio della rateazione entro il 30.06.2016, possono essere riammessi alla rateazione fino a un massimo di 72 rate (chi è decaduto da una dilazione concessa con più di 72 rate può mantenere lo stesso numero di rate ottenute in precedenza), senza l'obbligo di pagare le rate scadute alla data della domanda, a condizione che la richiesta sia presentata inderogabilmente entro il 20.10.2016. In questo caso la nuova rateazione decade dopo il mancato pagamento di sole due rate.

Richiesta di riammissione alla rateazione in caso di decadenza intervenuta entro il 30.06.2016

Contattaci

Per qualsiasi informazione sui nostri servizi vai alla pagina 

Contatti

Orari di apertura sportelli:

 Lun-Gio:   8:20 - 13:00  /  14:45 - 15:45

 Ven:         8:20 - 12:30