Condizioni generali di vendita e norme di partecipazione

 

 

  1. Tutti possono partecipare alle aste immobiliari: non occorre l'assistenza di un legale od altro professionista. La vendita non è gravata da oneri notarili o di mediazione. La proprietà è trasferita dal Giudice con decreto. La trascrizione nei registri immobiliari è a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e pignoramenti, se esistenti, è ordinata la cancellazione. Le spese di cancellazione sono a carico dell'acquirente.
  2. Gli immobili si vendono a corpo e non a misura, nello stato in cui si trovano, con le servitù attive e passive, apparenti e non apparenti, continue e discontinue, ed in particolare, secondo le risultanze catastali, con i diritti inerenti e senza garanzia di sorta da parte dell'Agente della Riscossione.
  3. Gli incanti si apriranno sui prezzi minimi indicati. Le offerte saranno considerate valide purché superino il prezzo base d'asta dell'incanto, o le precedenti offerte, di un importo pari almeno all'offerta minima in aumento. I concorrenti dovranno aver garantito la propria richiesta di partecipazione depositando - nei modi, nei luoghi e nei termini indicati al punto 4 - la cauzione in assegno circolare non trasferibile. Il bene verrà aggiudicato al migliore offerente.
  4. Ciascun offerente, entro le ore 12 del giorno lavorativo antecedente all'asta, dovrà presentare istanza di partecipazione all'incanto immobiliare e depositare, presso il Settore Procedure Esecutive della Sede Provinciale ove l'immobile è ubicato, una somma pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione mediante assegno circolare NON TRASFERIBILE intestato a RISCOSSIONE SICILIA S.p.A. Agente della Riscossione della Provincia di ... (nome della provincia in cui ricade l'immobile).
  5. L'aggiudicatario dovrà pagare l'intero prezzo, nonché le spese di vendita, entro il termine indicato nel prospetto "MODALITA' OPERATIVE"; laddove non venisse effettuato il pagamento entro tale termine, troveranno applicazione le disposizioni di cui all'art. 82, 2° comma, D.P.R. 602/73.
  6. L'aggiudicazione trasferisce all'aggiudicatario soltanto i diritti che sugli immobili in subasta appartenevano ai rispettivi debitori espropriati, una volta effettuato il pagamento dell'intero prezzo e delle spese di vendita, salvi gli effetti di riscatto nei casi ammessi dalla legge.
  7. L'aggiudicatario, oltre al prezzo di aggiudicazione, deve pagare (con il fondo spese) i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), le spese per la trascrizione del decreto di trasferimento e quelle per la voltura catastale, con le agevolazioni di legge (prima casa, imprenditore agricolo, ecc.).
  8. Qualora il primo incanto avesse esito negativo, verrà tenuto un secondo, un terzo e, eventualmente, un quarto incanto, secondo quanto indicato nella pagina "MODALITA' OPERATIVE".

Contattaci

Per qualsiasi informazione sui nostri servizi vai alla pagina 

Contatti

Orari di apertura sportelli:

 Lun-Gio:   8:20 - 13:00  /  14:45 - 15:45

 Ven:         8:20 - 12:30